Opera

La *forza del destino

melodramma in 4 atti
Compositore:
Verdi Giuseppe (10/10/1813 - 27/01/1901)
Librettista:
Piave Francesco Maria (1810 - 1876)
Prima rappr.:
Pietroburgo, Teatro Imperiale: 10/11/1862
Macrogenere:
melodramma
Lingua:
italiano

Ambientazione

Scena: Spagna e Italia. Epoca: verso la metà del secolo XVIII.

Personaggi

N.PersonaggioQualifica personaggioRuolo vocale
1 il Marchese di Calatrava basso
2 donna Leonora figlia del marchese di Calatrava soprano
3 don Carlo di Vargas figlio del marchese di Calatrava baritono
4 don Alvaro tenore
5 Preziosilla giovane zingara mezzosoprano
6 Padre guardiano francescano basso
7 fra Melitone baritono
8 Curra cameriera di Leonora mezzosoprano
9 un alcade basso
10 mastro Trabuco mulattiere, poi rivendugliolo tenore
11 un chirurgo militare spagnolo tenore

Quadri scenici

Atto primo

1.1 scena 1 - Una *sala tappezzata di damasco
Siviglia. Scena prima: una sala tappezzata di damasco con ritratti di famiglia ed armi gentilizie, addobbate nello stile del secolo XVIII, però in cattivo stato. Di fronte due finestre; quella a sinistra è chiusa, l'altra a destra, aperta, è praticabile, dalla quale si vede un cielo purissimo, illuminato dalla luna, e cime d'alberi. Tra le finestre è un grande armadio chiuso, contenente vesti, biancherie ecc. ecc. Ognuna delle pareti laterali ha due porte. La prima a destra dello spettatore è la comune; la seconda mette alle stanze di Curra. A sinistra, in fondo è l'appartamento del Marchese; più presso al rposcenio quello di Leonora. A mezza scena, alquanto a sinistra, è un tavolino coperto da tappeto di damasco, e sopra il medesimo una chitarra, vasi di fiori, due candelabri d'argento accesi con paralumi, sola luce che schiarirà la sala. Un seggiolone presso il tavolino; un mobile con sopra un oriuolo fra le due porte a destra; altro mobile sopra il quale è il ritratto, tutta figura del Marchese, appoggiato alla parete sinistra.

Atto secondo

2.1 scena 1 - Grande cucina d'una osteria a pian terreno
Villaggio d'Hornacuelos e sue vicinanze. Scena prima: grande cucina d'una osteria a pian terreno. A sinistra è la porta d'ingresso che dà sulla via; di fronte, una finestra ed un credenzone con piatti, ecc. ecc. A destra, in fondo un gran focolare ardente con varie pentole; più vicino alla bocca-scena, breve scaletta che mette ad una stanza la cui porta è praticabile. Da un lato, gran tavola apparecchiata, con sopra una lanterna accesa.

2.2 scena 5 - La *chiesa della Madonna degli Angeli
Una piccola spianata sul declivio di scoscesa montagna. A destra, precipizi e rupi: di fronte, la facciata della Chiesa della Madonna degli Angeli; a sinistra la porte del Convento, in mezzo alla quale una finestrella; da un lato la corda del campanello. Sopra vi è una piccola tettoia sporgente. Al di là della chiesa, alti monti col villaggio di Hornacuelos. La porta della chiesa è chiusa, ma larga, sopra d'essa una finestra semicircolare lascerà vedere la luce interna. A mezza scena un pò a sinistra, sopra quattro gradini, s'erge una rozza croce di pietra corrosa dal tempo. La scena sarà illuminata da luce chiarissima.

2.3 scena 10 - Interno della chiesa della Madonna degli Angeli
La gran porta si apre. Di fronte vedesi l'altar maggiore illuminato. L'organo suona.

Atto terzo

3.1 scena - Bosco
Bosco. Notte oscurissima.

3.2 scena 3 - Salotto nell'abitazione d'un ufficiale superiore
Salotto nell'abitazione d'un ufficiale superiore dell'esercito spagnolo in Italia non lungi da Velletri. Nel fondo sonvi due porte; quella a sinistra mette ad una stanza da letto, l'altra è la comune. A sinistra, presso il proscenio, è una finestra. Si sente il rumore della vicina battaglia. È il mattino.

3.3 scena 6 - Accampamento militare presso Velletri
Accampamento militare presso Velletri. Sul davanti, a sinistra, è una bottega da rigattiere; a destra, altra, ove si vendono cibi, bevande, frutta. All'ingiro, tende militari, baracche di rivenduglioli, ecc. ecc. È notte, la scena è deserta.

Atto quarto

4.1 scena - Interno della convento della Madonna degli Angeli
Interno della convento della Madonna degli Angeli. Meschino porticato circonda una corticella con aranci, oleandri, gelsomini. A sinistra dello spettatore è la porta che mette alla via; a destra altra porta sopra la quale si legge Clausura.

4.2 scena - Valle tra rupi inaccessibili
Valle tra rupi inaccessibili attraversata da un ruscello. Nel fondo, a sinistra dello spettatore, è una grotta con porta praticabile, e sopra una campana, che si potrà suonare dall'interno. È il tramonto. La scena si oscura lentamente; la luna apparisce splendidissima.

Rappresentazioni

DataLuogo ed EdificioTitoloGenereRappresentazione
10/11/1862 Pietroburgo, Teatro Imperiale La *forza del destino melodramma prima assoluta
02/1863 Madrid, Teatro Real La *forza del destino opera
07/02/1863 Roma, Teatro Apollo Don Alvaro
fiera 1863 Reggio Emilia, Teatro Municipale La *forza del destino melodramma
quar. 1865 Firenze, Teatro della Pergola La *forza del destino
03/04/1866 Genova, Teatro Carlo Felice La *forza del destino
27/02/1869 Milano, Teatro alla Scala La *forza del destino melodramma versione riv.
03/1869 Milano, Teatro alla Scala La *forza del destino opera
estate 1869 Vicenza, Teatro Eretenio La *forza del destino opera
12/1871 Milano, Teatro alla Scala La *forza del destino opera
09/02/1873 Torino, Teatro Regio La *forza del destino melodramma
12/1874 Milano, Teatro Carcano La *forza del destino opera
prim. 1876 Venezia, Teatro Rossini La *forza del destino opera
03/1877 Milano, Teatro alla Scala La *forza del destino opera

Libretti

AnnoTitoloEdizioneLuogo ed Editore
[1862] La *forza del destino Milano, Tito di Gio. Ricordi
1862 La *forza del destino Pietroburgo, s.n.
[dopo il 1862] La *forza del destino s.l., s.n.
1863 La *forza del destino Madrid, s.n.
[1863] La *forza del destino Milano, Tito di Gio. Ricordi
[1863] La *forza del destino Milano, Tito di Gio. Ricordi
[1863] Don Alvaronuova edizione Roma, G. Olivieri
[1865] La *forza del destino Milano, Tito di Gio. Ricordi
[1865] La *forza del destino Milano, Tito di Gio. Ricordi
[1866] La *forza del destino Milano, Tito di Gio. Ricordi
[1869] La *forza del destino Milano, R. Stabilimento Ricordi
[1869] La *forza del destino Milano, R. Stabilimento Ricordi
[1870] La *forza del destino Milano, Ricordi
[1871] La *forza del destino Milano, Tito di Gio. Ricordi
[1873] La *forza del destino Milano, R. Stabilimento Ricordi
[1874] La *forza del destino Milano, R. Stabilimento Ricordi
[1876] La *forza del destino Milano, R. Stabilimento Ricordi
1876 La *forza del destino S. Pietroburgo, Ed. Hoppe
[1877] La *forza del destino Milano, R. Stabilimento Ricordi
[1882] La *forza del destino Milano, R. Stabilimento Ricordi
[1889?] La *forza del destino Milano, G. Ricordi & C.
t.s. 1909 La *forza del destino Milano, G. Ricordi & C.
1909 La *forza del destino Sesto S. Giovanni, Madella