Collezioni

Riproduzioni realizzate in collaborazione con le Biblioteche partner del Progetto Corago

Accademia Filarmonica - Bologna
La collezione di libretti consta di ca. 800 pezzi, dal Seicento ai primi decenni del Novecento. La parte più consistente è tuttavia quella ottocentesca, ca. 600 esemplari stampati in prevalenza a Napoli (più di 200), Milano (ca. 170), Livorno (ca. 50) e Firenze (ca. 40). Quasi completa la serie delle Tasche (ca. 80) pubblicate a Lucca dal 1639 al 1783. La collezione è stata riprodotta integralmente.

Archivio Biblioteca della Fondazione I Teatri - Reggio Emilia
Archivio Biblioteca della Fondazione I Teatri - Reggio Emilia La collezione di libretti dell’Archivio della Fondazione I Teatri è il frutto di diverse donazioni e provenienze. Il nucleo più corposo (1.216 libretti) è quello della Raccolta storica Agosti, una raccolta privata fra le più consistenti nel campo dell’opera in musica. Essa spazia dall’opera barocca settecentesca fino al Novecento operistico, e comprende, oltre ai libretti, anche una nutrita discoteca, con opere complete, recitals e selezioni in 78 e 33 g, una nastroteca con registrazioni in gran parte radiofoniche, e un fondo composto da migliaia di foto e ritratti di cantanti. A questo nucleo principale si aggiungono 264 libretti provenienti da altre donazioni private e fondi. I libretti sono stati tutti catalogati in Sebina e le schede sono consultabili nell’OPAC del Polo reggiano costituito dalle biblioteche specialistiche. La collezione è stata inserita in Corago limitatamente ai libretti a stampa pubblicati tra il 1700 e il 1900, con qualche eccezione per libretti dei primi anni del Novecento, relativi a prime rappresentazioni e a edizioni rare: in tutto, circa 400 libretti.

Biblioteca del Dipartimento delle Arti dell'Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
La collezione storica dei libretti consta di 337 pezzi, dell'Ottocento e primi Novecento, in gran parte di editori milanesi, in particolare edizioni Ricordi. La collezione è stata riprodotta integralmente.

Biblioteca Estense Universitaria - Modena
Miscellanea Drammatica: proviene in massima parte dalla raccolta drammatica già della biblioteca di Vincenzo Alfonso Fontanelli, acquistata al tempo di Tiraboschi. È costituita di circa 2500 testi da teatro, tra i quali circa 1300 sono libretti per musica, in prevalenza del Sei e Settecento e riferiti a melodrammi dati nel Teatro Fontanelli, dal 1685, poi divenuto Rangoni nel 1703. Ma si trovano anche messinscene reggiane dello stesso arco cronologico, nonchè feste e spettacoli d'occasione del XVII e XVIII sec. e brevi scritti teorici sul teatro. La collezione è stata riprodotta integralmente.

Miscellanea Teatrale Ferrari Moreni: consta di circa 900 libretti d'opera soprattutto del sec. XIX, corrispondenti a spettacoli locali e ad una parte del repertorio nazionale. Il primo nucleo fu probabilmente costituito da Giovanni Francesco Ferrari Moreni, conservando i testi a lui presentati dagli impresari del Teatro Comunale, nell'ambito della sua funzione di Podestà e Conservatore nell'ambito della Comunità. Il fondo, successivamente ampliato soprattutto da Giorgio Ferrari Moreni, è confluito per lascito nella Biblioteca Estense a fine Ottocento. La collezione è stata riprodotta integralmente.

Nota: La catalogazione e riproduzione dei libretti è stata realizzata sulla base di una convenzione tra la Biblioteca e il Dipartimento di Beni culturali fondata su una reciproca prestazione di competenze, con un lavoro effettuato nel tempo dal 2006 al 2009. La Biblioteca, in particolare il Settore Musica, ha fornito gli originali e la descrizione, già effettuata come riconversione - integrata da verifiche della responsabile del Settore sui testi originali - da I libretti italiani a stampa dalle origini al 1800, Cuneo, Bertola e Locatelli, 1990-1994. Il Dipartimento ha provveduto, mediante personale (Maddalena Roversi Monaco, Francesco Lora e Sara Elisa Stangalino) e mezzi propri, ad effettuare le riproduzioni a Modena. Scelta e organizzazione dei materiali fanno capo alla responsabile del Settore musica della Biblioteca, Alessandra Chiarelli (sulla base della ricognizione sistematica che la stessa ha effettuata nel tempo sui materiali musicali estensi), con la successiva collaborazione di Sofia Fattorillo e Manuela Prandini, laureate in Conservazione dei Beni Culturali e Musicologia, durante i loro periodi di volontariato. L'archiviazione è stata effettuata presso il Dipartimento prima da Angelo Pompilio poi da Barbara Cipollone che ha pure perfezionato la descrizione in base agli standards stabiliti. La messa a punto di questi si deve alla medesima assieme ad Alessandra Chiarelli, per quanto possibile in base alle norme catalografiche nazionali, con contributi di Angelo Pompilio soprattutto nelle inevitabili necessità di adattamento alla struttura di Corago. I libretti del sec. XIX sono dotati di una descrizione solo minima.

Biblioteca Universitaria - Bologna
Il catalogo a schede compilato da Claudio Sartori, conservato presso la Biblioteca, descrive ca. 1300 libretti per musica e ca. 200 libretti teatrali con probabili interventi musicali. La raccolta contiene libretti dei secc. XVII-XVIII, in particolare stampati dal 1670 al 1720 (ca.1000) a Bologna, Venezia, Napoli e Roma; 551 i libretti di prime rappresentazioni. La riproduzione fotografica è in corso; finora sono stati riprodotti ca. 1300 esemplari.
E' vietato riprodurre o duplicare le immagini tratte da materiale della Biblioteca Universitaria di Bologna consultabili nel sito senza l'autorizzazione scritta della Biblioteca proprietaria. La riproduzione dell'opera è stata realizzata nell'ambito del progetto per la digitalizzazione dei libretti d’opera della BUB promosso dal Dipartimento di Beni Culturali dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna e dalla Biblioteca Universitaria di Bologna.

Museo del disco d'epoca - Sogliano al Rubicone (FC)
La collezione contiene ca. 1000 libretti d'opera, prevalentemente dei secoli XIX-XX: soltanto 10 libretti sono del Seicento, 104 del Settecento. Gran parte dei libretti sono stampati a Milano (ca. 680) e in altre città lombarde, in particolare Cremona (73). I libretti di prime rappresentazioni sono ca. 140. La collezione è stata riprodotta integralmente. I libretti pubblicati fino al 1860 sono accessibili anche dal catalogo del Museo.

Museo Internazionale e Biblioteca della Musica - Bologna
La collezione dei libretti si compone di circa 11000 pezzi, in buona parte attestanti prime rappresentazioni dell'opera. Oltre che per la consistenza complessiva, la raccolta si distingue per il pregio e la rarità dei volumi, che per circa metà risalgono ai secoli XVII e XVIII. Il nucleo principale si deve all'acquisizione nel 1852, da parte del Liceo musicale, della cospicua raccolta (circa 5000 titoli) appartenuta al nobile bolognese Sebastiano Conti-Castelli (1788-1850), grazie all'interessamento del bibliografo e insegnante di solfeggio Gaetano Gaspari. Entro il 1862 i libretti, che ammontavano già a 7000 titoli, furono completamente schedati da Gaspari stesso, che nel 1855 era diventato bibliotecario del Liceo, comportando la slegatura dei tomi in cui in parte erano riuniti gli esemplari, oggi conservati tutti in unità fisiche separate. La raccolta, però, è forse legata in misura maggiore al nome del bibliotecario Ugo Sesini, che nel 1943 ne pubblicò il catalogo a stampa, sulla base di quello manoscritto di Gaspari, dopo una revisione generale delle attribuzioni. Dei due tomi previsti del catalogo, il secondo, che avrebbe dovuto contenere i libretti di musicisti non identificati, non fu però pubblicato. (Le relative schede, insieme a quelle dei libretti acquisiti fino al 2004, sono state aggiunte in forma short-title per un totale di 2.233 record, disponibili nella versione on line del catalogo , pubblicato nel 2002). In Corago sono presenti le schede bibliografiche di ca. 9500 degli 11000 libretti della collezione. La riproduzione fotografica è in corso; finora sono stati riprodotti ca. 6700 esemplari. Le riproduzioni sono consultabili anche attraverso il catalogo Gaspari on line.

Altre riproduzioni consultabili online

Biblioteca Nazionale Braidense - Milano
Raccolta drammatica Corniani degli Algarotti
La raccolta creata da Marco Antonio Corniani degli Algarotti (1768-1845) comprende circa 12000 libretti teatrali e per musica dal XVI al XIX secolo ed è stata digitalizzata integralmente. Alle riproduzioni si accede con un'interfaccia dedicata della Biblioteca e una dell'Ufficio Ricerca Fondi Musicali, o attraverso il Catalogo generale della Biblioteca. In Corago sono presenti i link a ca. 5800 libretti.

Civica Biblioteca Angelo Mai - Bergamo
Libretti per musica di rappresentazioni bergmasche (BDL, Biblioteca Digitale Lombarda)
Nella collezione sono riprodotti alcuni libretti per musica conservati nella Biblioteca Civica Angelo Mai e nella Biblioteca musicale Gaetano Donizetti. Si tratta di 358 titoli di opere, balletti e oratori eseguiti e rappresentati nei teatri e nelle chiese di Bergamo, a partire dal 1659 al 1898. In Corago sono stati inseriti soltanto 235 libretti.

Fondo Rolandi della Fondazione Giorgio Cini - Venezia
Il fondo Rolandi è una delle più ricche e preziose collezioni di libretti esistenti, composta da ca. 32000 esemplari, che vanno dalla seconda metà del Cinquecento ai nostri giorni. I libretti riprodotti negli anni passati nell’ambito del Progetto ECHO sono ora parzialmente visibili nell’OPAC SBN e nell’OPAC del Polo SBN di Venezia. In Corago sono state censite finora soltanto le riproduzioni di ca. 1000 esemplari.

Archivio Storico Gran Teatro La Fenice - Venezia
Attraverso la consultazione del catalogo sono state rintracciate ca. 550 riproduzioni di libretti, dall'apertura del teatro (1792) al 1890.
Di recente il sito dell'Archivio è stato rinnovato completamente e di conseguenza tutti i link presenti in Corago vanno aggiornati.

Conservatorio «Benedetto Marcello». Fondo Torrefranca - Venezia
Il catalogo online contiene ca. 3.800 schede bibliografiche di libretti del Fondo Torrefranca. In Corago sono stati inseriti i riferimenti a ca. 1.000 edizioni riprodotte integralmente.

Fondo “Ghisi” della Biblioteca del Dipartimento di Musicologia e Beni culturali, Università di Pavia - Cremona
Il fondo comprende 256 libretti d’opera e d’operetta relativi prevalentemente alle stagioni d’opera del Teatro Ponchielli di Cremona degli ultimi anni dell’Ottocento e dei primi del Novecento: in Corago ne sono censiti 85.

Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze
Oltre ai ca. 600 libretti riprodotti nell’ambito del progetto Google sono disponibili le riproduzioni di altri 2.000 libretti ca. realizzate nell’ambito di progetti avviati dalla Biblioteca.

OPAC SBN - Catalogo del Servizio Bibliotecario Nazionale
Nell’ambito dell’accordo tra il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Google è stata realizzata la riproduzione digitale di circa un milione di volumi conservati nelle Biblioteche Nazionali di Roma, Firenze e Napoli. Tra le opere digitalizzate sono presenti anche numerosi libretti visibili attraverso l’OPAC SBN o l’OPAC delle rispettive biblioteche. In Corago sono censiti circa 5200 esemplari riprodotti, così ripartiti tra le singole biblioteche: Roma ca. 3.000, Napoli ca. 1600, Firenze ca. 600. Nell’OPAC SBN sono visibili anche le riproduzioni di libretti della Biblioteca Nazionale Braidense di Milano e del Fondo Rolandi della Fondazione Giorgio Cini di Venezia.

Deutsche Historische Institut / Istituto Storico Germanico - Roma
La collezione di libretti contiene 1544 esemplari. Alle riproduzioni si accede con un'interfaccia dedicata del Münchener Digitalisierungszentrum (MDZ) o attraverso il Catalogo della Biblioteca musicale. In Corago sono presenti i link a 1381 esemplari, dal XVII al XIX secolo. La parte più consistente della collezione ricade negli anni compresi tra il 1637 e il 1730, libretti pubblicati in particolare a Venezia (662), Roma (155), Milano (118), Napoli (116), Firenze (79), Torino (42). La collezione conta 644 edizioni di prime rappresentazioni.

Bayerische Staatsbibliothek - Monaco di Baviera
Attraverso la consultazione del catalogo sono stati rintracciati ca. 4100 esemplari riprodotti. I libretti sono distribuiti in serie diverse. Quella più ricca di libretti in italiano e la "L.eleg.m." con 3400 libretti, pubblicati prevalentemente in Italia (Milano, Venezia, Torino, Roma, Firenze, Napoli); 184 sono nella serie "P.o.it", pubblicati in Italia e in altre città tedesche; 168 nella serie "Bavar.", tutti pubblicati a Monaco di Baviera; poche altre unità sono in altre serie. Il Münchener Digitalisierungszentrum (MDZ) ha realizzato la riproduzione completa di una collezione di 5553 libretti, in larga parte in lingua tedesca, consultabili con un'interfaccia dedicata: Digitalisierung und Erschließung der Librettosammlung Her der Bayerischen Staatsbibliothek. In questa collezione sono stati rintracciati 79 libretti in italiano. I 4100 libretti identificati nelle diverse serie occupano tutto l'arco cronologico considerato, dal 1600 al 1900: la maggiore consistenza numerica si registra tuttavia a partire dal 1750 ca. Quasi tutte le riproduzioni sono presenti anche su Google libri.

Staatsbibliothek zu Berlin - Preußischer Kulturbesitz - Berlino
Sono state rintracciate 341 riproduzioni di libretti settecenteschi con testi in italiano, pubblicati in città tedesche, in particolare a Berlino, Amburgo e Dresda; 60 sono di prime rappresentazioni.

Biblioteca de Catalunya - Barcellona
La biblioteca possiede una consistente raccolta di libretti quasi tutti pubblicati a Barcellona, non noti al Sartori. Le riproduzioni, consultabili soltanto su Google libri, sono accessibili anche dal catalogo della Biblioteca. I ca. 800 libretti rintracciati si distribuiscono uniformemente dal 1750 al 1860 e consentono di delineare una prima sommaria cronologia dello spettacolo d'opera a Barcellona nell'arco di tempo considerato.

Thomas Fisher Rare Book Library: Thomas Fisher Libretti Collection - Toronto
La Thomas Fisher Libretti Collection è una ricca collezione di alcune migliaia di libretti d’opera a stampa, italiani e non, pubblicati prevalentemente dalla seconda metà del Settecento in avanti. Dell’intera collezione sono stati riprodotti circa 4000 esemplari, accessibili attraverso l’OPAC della biblioteca o Internet Archive. In Corago sono censite le riproduzioni di circa 3900 esemplari.

BYU Brussels Opera and Ballet - Harold B. Lee Library, Brigham Young University - Provo, Utah (US-PRV)
La collezione è una selezione di spartiti manoscritti e a stampa, libretti, bozzetti e altri documenti d’archivio, dei secoli XVII-XX, provenienti da collezioni della Harold B. Lee Library e dai fondi del Théâtre de la Monnaie di Bruxelles. I ca. 1350 libretti censiti in Corago sono ospitati in Archive.org.

University of North Carolina, Music Library - Chapel Hill, Noth Carolina (US-CHH)
La biblioteca possiede una collezione di ca. 1560 libretti italiani pubblicati tra 1600 e il 1861. In Archive.org sono riprodotti i 669 libretti anteriori al 1832.

Österreichische Nationalbibliothek - Vienna
In Corago sono censiti 875 libretti accessibili attraverso il catalogo della biblioteca e Google Libri. I ca. 250 libretti anteriori al 1800 sono stampati prevalentemente a Vienna. I rimanenti sono libretti italiani di area lombardo-veneta, anteriori al 1850.

Google libri
Numerosi sono i libretti digitalizzati consultabili attraverso Google Libri. Si tratta di libretti presenti in numerose collezioni librarie, non sempre identificate. I nuclei numericamente più consistenti sono quelli della Bayerische Staatsbibliothek di Monaco di Baviera, delle Biblioteche Nazionali di Roma, Firenze e Napoli, della Biblioteca de Catalunya di Barcellona. Le riproduzioni sono accessibili anche attraverso gli OPAC delle rispettive biblioteche (vedi sopra). Altri libretti reperiti in Google Libri sono riproduzioni di esemplari di numerose altre biblioteche, europee e nord americane; di solito tali riproduzioni non sono accessibili né segnalate dai cataloghi delle rispettive biblioteche.

Internet Archive
E’ un altro ricco contenitore di riproduzioni digitali di libri, libretti ed altri materiali di interesse storico. In particolare va segnalata la presenza dell’intera collezione Thomas Fisher Libretti Collection della Thomas Fisher Rare Book Library di Toronto che conta circa 4000 esemplari riprodotti. Finora non è stata svolta una ricerca sistematica dei libretti riprodotti presenti in Internet Archive.

Internet Culturale
Il portale ospita numerose collezioni digitali di materiali musicali, tra queste tre collezioni di libretti d’opera: Libretti dell’Archivio storico Ricordi (Milano); Libretti per musica della Torino dei sec. 17.-19. (Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino); Raccolta drammatica Corniani Algarotti - Biblioteca Nazionale Braidense (Milano). In Corago è stato appena avviato il censimento della collezione dell’Archivio Ricordi.