Opera

Mefistofele

opera in 4 atti
Compositore:
Boito Arrigo (24/02/1842 - 10/06/1918)
Librettista:
Boito Arrigo (24/02/1842 - 10/06/1918)
Prima rappr.:
Milano, Teatro alla Scala: 05/03/1868
Macrogenere:
melodramma
Lingua:
italiano

Personaggi

N.PersonaggioQualifica personaggioRuolo vocale
1 Mefistofele basso
2 Faust tenore
3 Margherita soprano
4 Elena soprano
5 Wagner tenore
6 Marta contralto
7 l'Astrolago [non indicato]
8 l'araldo [non indicato]
9 il mendicante [non indicato]
10 l'imperatore [non indicato]
11 Lilith [non indicato]
12 Paride [non indicato]
13 un fanciullo [non indicato]
14 un folletto [non indicato]

Quadri scenici

Prologo

Atto primo

2.1 scena 1 - Porta e bastioni di Francoforte sul Meno
Luogo: Francoforte sul Meno. Porta e bastioni. Passeggiatori d'ogni sorta ch'escono dalla città a gruppi. Chiacchiere, risate, grida, mormorio di folla, andirivieni. A intervalli campane di festa.

2.2 scena 2 - Officina di Faust
Luogo: Officina di Faust. Alcova. Notte.

Atto secondo

3.1 scena 1 - Un *giardino di rustica apparenza
Luogo: Un giardino di rustica apparenza. Faust - sotto il nome di Enrico -, Margherita, Mefistofele e Marta passeggiano due a due in lungo e in largo

3.2 scena 2 - Scena deserta e selvaggia nella valle di Schirk
Luogo: Scena deserta e selvaggia nella valle di Schirk, costeggiata dagli spaventosi culmini del Brocken (monte delle streghe). I sinistri profili di roccie staccano in nero sul cielo grigio; un'aurora rossiccia di luna illumina stranamente la scena. Una caverna da un lato. Il picco di Rosstrappe a sinistra. Il vento soffia nei burroni.

Atto terzo

4.1 scena - - Carcere
Luogo: Carcere. Margherita stesa a terra su di un giaciglio di paglia, canticchiando e vaneggiando. Notte. Una lampada accesa inchiodata al muro. Un cancello nel fondo.

Atto quarto

5.1 scena - - Il *fiume Penèjos
Luogo: Il fiume Penèjos. Acque limpide, cespugli folti, fiori e fronde. La luna immobile allo Zenuit spande sulla scena una luce incantevole. Un tempio con due sfingi a sinistra. Nel fondo Elena a Pantalis, in una cimba di madreperla e d'argento; un gruppo di sirene intorno alla barca. Faust giacerà assopito sulle zolle fiorite.

Epilogo

6.1 scena - - Laboratorio di Faust
Luogo: Laboratorio di Faust come nell'atto primo ma qua e là diroccato dal tempo. Voci magiche sparse nell'aria. Faust, seduto sul seggiolone e conturbato, medita. Mefistofele gli sta dietro come un incubo. Notte. Una lampada arde languidamente; scena quasi oscura. Il Vangelo aperto, come nel primo atto, sul leggio.

Rappresentazioni

DataLuogo ed EdificioTitoloGenereRappresentazione
05/03/1868 Milano, Teatro alla Scala Mefistofele opera prima assoluta
carn. 1878 Roma, Teatro Apollo Mefistofele opera

Libretti

AnnoTitoloEdizioneLuogo ed Editore
1868 Mefistofeleristampa Milano, Giuseppe Bernardoni
[1868] Mefistofeleprima edizione assoluta Milano, Tito di Gio. Ricordi
[1877] Mefistofele Milano, R. Stabilimento Ricordi

Bibliografia