Opera

Meleagro

dramma per musica in 3 atti
Compositore:
Zingarelli Niccolò Antonio (04/04/1752 - 05/05/1837)
Librettista:
Schmidt Giovanni (ca. 1775 - dopo il 1835)
Prima rappr.:
Milano, Teatro alla Scala: carn. 1798
Macrogenere:
melodramma
Lingua:
italiano

Ambientazione

L'azione si finge in Calidone, città d'Etolia, nella celebre selva Calidonia, alle spalle dell'Eveno, ed alle falde del monte Callidromo.

Personaggi

N.PersonaggioQualifica personaggio Ruolo vocale
1 dea Diana [non indicato]
2 Eneo re di Etolia [non indicato]
3 Altea moglie di Eneo [non indicato]
4 Meleagro figlio di Eneo e Altea [non indicato]
5 Plesippo fratello di Altea [non indicato]
6 Scheneo re degli Argivi, padre di Atalanta [non indicato]
7 Atalanta giovinetta guerriera e cacciatrice [non indicato]
8 gran sacrificatore [non indicato]

Quadri scenici

Atto primo

1.1 scena 1 - Profondo ed oscuro sotterraneo
Profondo ed oscuro sotterraneo incavato nelle rupi del monte Callidromo a cui si giunge per una malagevole e discoscesa via, che si vede nel prospetto e che s'interna nelle rupi suddette. Vari sassi sparsi quà e là sul piano e sulla parte più elevata del sotterraneo servono alle diverse attitudini dei personaggi, che sono qui sotto indicati. Vi è un simulacro di Diana nel mezzo con fuochi e vittime, i primi che irraggiano lo speco, le seconde che si vedono di recente svenate.

1.2 scena 5 - Prospettiva del monte Callidromo e del fiume Eveno
Prospettiva esteriore del monte Callidromo, dalla metà del quale sino alla pianura è fabbricata la città di Calidone. Sul fiume Eveno veggonsi delle navi di Etolia ripiene di guerrieri greci e calidoni. Prima di queste è la nave di Meleagro. Popolo, Calidoni accorsi all'inaspettata venuta di Meleagro. Veduta in distanza della celebre selva Calidonia.

1.3 scena 7 - Gabinetto
Gabinetto in cui è posto il simulacro di Giunone in mezzo e lateralmente quelli d'Amore e d'Imeneo.

1.4 scena 9 - Prospetto della selva Calidonia
Prospetto esteriore della celebre selva Calidonia, per entrar nella quale veggonsi moltissime vie dall'arte formate. All'ingresso di ciascuna di queste vi è un simulacro d'una delle principali deità; ma nellla via di mezzo che è la più ampia e spaziosa vi è posto il simulacro di Diana coi simboli che la caratterizzano per cacciatrice.

Atto secondo

2.1 scena 1 - Gabinetto
Gabinetto nella reggia di Eneo, come nell'atto primo.

2.2 scena 2 - Prospetto della selva Calidonia
Prospetto esteriore della selva Calidonia come nell'atto primo.

2.3 scena 4 - Gabinetto
Gabinetto nella reggia d'Eneo come prima.

2.4 scena 8 - Sponde dell'Eveno e rupi
Notte. Orrida montuosa sulle sponde dell'Eveno. Da ciascun lato e nel prospetto veggonsi immense rupi le une sovrapposte alle altre. Una disastrosa via conduce sulla sommità. Questa sommità è congiunta ad altra rupe per mezzo di un ponte.

2.5 scena 12 - Stanze nella reggia di Eneo
Stanze magnifiche nella reggia di Eneo, due sofà ed un tavolino con lumi.

Atto terzo

3.1 scena 1 - Luogo destinato ai sepolcri dei re d'Etolia
Luogo destinato ai sepolcri dei re d'Etolia. Varie tombe quà e là sparse. La tomba di Meleagro sta nel mezzo.

3.2 scena 3 - Soggiorno di Diana
Cambia in un istante la scena e si vede il celeste soggiorno di Diana. La dea sta nel mezzo sopra di un lucentissimo carro sopra di cui vi è Meleagro e Plesippo.

Rappresentazioni

DataLuogo ed EdificioTitoloGenereRappresentazione
carn. 1798 Milano, Teatro alla Scala Meleagro dramma per musica prima assoluta
[ca. 1798] Madrid, Teatro de los Caños del Peral Il *Meleagro melodramma

Libretti

AnnoTitoloEdizioneLuogo ed Editore
[ca. 1798] Il *Meleagro Madrid, viuda de Ibarra
[1798] Meleagroprima edizione assoluta Milano, Gio. Batista Bianchi

Bibliografia

  • Grove Music Online:
    Grove Music Online, .
  • Tintori 1979
    Tintori, Giampiero, Duecento anni di Teatro alla Scala. Cronologia. Opere-balletti-concerti, 1778-1977, Bergamo : Grafica Gutenberg, 1979, XIII, 475 p..