Opera

Almansorre, o sia Il pregiudizio che nasce dal mancar di parola

melodramma in 3 atti
Compositore:
Anonimo (? - ?)
Librettista:
[ Giannini Giovanni Matteo (1630 - ?) ?]
Prima rappr.:
Bologna: 01/01/1690
Macrogenere:
melodramma
Lingua:
italiano

Ambientazione

La scena si finge in Alimena e suo porto di mare frontiera del Regno di Granata

Personaggi

N.PersonaggioQualifica personaggio Ruolo vocale
1 Almansorre re di Granata [non indicato]
2 Seriffa regina di Fez e Tremiseno, sotto nome d'Egildo [non indicato]
3 Abendaro fratello del re, amante di Preneste [non indicato]
4 Preneste principessa, figlia di Zaido, amante d'Abendaro [non indicato]
5 Zaido consigliere del re, padre di Preneste, principe degl'Abenceragi stirpe reggia di Marocco [non indicato]
6 Gelinda principessa sorella del re, amante d'Egildo [non indicato]
7 Trasimede capitano delle guardie reali e favorito d'Almansorre [non indicato]
8 Orgonte generale dell'armi di Seriffa [non indicato]
9 Daspino valletto del principe Abendaro [non indicato]

Rappresentazioni

DataLuogo ed EdificioTitoloGenereRappresentazione
01/01/1690 Bologna, Almansorre, o sia Il pregiudizio che nasce dal mancar di parola melodramma prima assoluta

Libretti

AnnoTitoloEdizioneLuogo ed Editore
1690 L' *Almansorre, o sia Il pregiudizio che nasce dal mancar di parolaprima edizione assoluta Bologna, Giulio Borzaghi