Opera

Partenope

festa teatrale in 2 atti
Compositore:
Hasse Johann Adolf (25/03/1699 - 16/12/1783)
Librettista:
Metastasio Pietro (1698 - 1782)
Prima rappr.:
Vienna, Burgtheater: 09/09/1767
Macrogenere:
melodramma
Lingua:
italiano

Personaggi

N.PersonaggioQualifica personaggioRuolo vocale
1 Alceo sommo sacerdote del tempio di Partenope [non indicato]
2 Elpinice amante e promessa sposa di Cleanto [non indicato]
3 Cleanto principe di Cuma della stirpe degli Eraclidi [non indicato]
4 Ismene principessa di Posidonia, amante e promessa sposa di Filandro [non indicato]
5 Filandro principe di Miseno, amico di Cleanto [non indicato]
6 Venere [non indicato]

Quadri scenici

Parte prima

1.1 scena 1 - Aspetto esteriore in lontano del maestoso tempio
Aspetto esteriore in lontano del maestoso tempio dedicato a Partenope su quella sponad del Tirreno dove fù poi fabbricata la città del suo nome; elevato su doppia scala a diversi ripiani e fiancheggiato in largo recinto da portici di verdure e di fiori, che lasciano aperture da entrambi i lati alla ridente vista della tranquilla marina.

1.2 scena 4 - Fuga di stanze terrene
Fuga di stanze terrene negli appartamenti d'Alco.

1.3 scena 10 - Logge terrene alle sponde del mare
Logge terrene alle sponde del mare circondate e adorne di balaustre e di statue, coperte da spaziosa volta che s'appoggia sopra marmorei architravi e pilastri. Da entrambi i lati delle logge medesime si veggono ancora presso alle sponde le ricche navi, quinci di Cuma e quindi di Posidonia e nell'ultimo orizzonte si scopre il curvo recinto di spiagge, di selve, di montagne e di scogli, onde si forma il seno del limpido mare in cui mette foce il Sebeto.

Parte seconda

2.1 scena 1 - Bosco sacro
Bosco sacro vicino al tempio della dea regolarmente disposto e reso aprico dagli spaziosi viali, che portano la vista a diversi lontanissimi oggetti.

2.2 scena 7 - Antro sassoso
Antro sassoso sulla sponda del mare naturalmente formato da scogli in diverse parti di musco, di conebe e di piante marine inegualmente coperti, fra quali si apre da un lato angusto passaggio alla riva, già da picciolo battello occupato.

2.3 scena 9 - Luogio magnifico a guisa d'ampio vestibolo
Luogio magnifico a guisa d'ampio vestibolo che precede il sublime sacro edificio, sull'alto del quale a cielo aperto in picciolo non chiuso tempio si vede esposto alla pubblica venerazione de' concorsi numerosi popoli l'aureo simulacro della loro dea tutelare. Ara accesa nel buffo piano e ivi sacerdoti e sacerdotesse.; nobili giovani e donzelle, ninfe, pastori e popolo.

Rappresentazioni

DataLuogo ed EdificioTitoloGenereRappresentazione
09/09/1767 Vienna, Burgtheater Partenope festa teatrale prima assoluta
estate 1775 Berlino, Teatro del Nuovo Sans-Souci Partenope dramma per musica

Libretti

AnnoTitoloEdizioneLuogo ed Editore
1767 Partenope Livorno, Marco Coltellini
1767 Partenope Milano, Giuseppe Cairoli
1767 Partenope Napoli, Vincenzo Flauto
1767 Partenope Palermo, Gaetano Maria Bentivegna
1767 La *Partenopeprima edizione assoluta Vienna, Stamperia di Ghelen
[1767] Partenope [Roma], si vendono da Natale Barbiellini a Pasquino
1775 Partenope Berlino, Haude e Spener