Opera

L' *inganno nel festino

farsa per musica
Compositore:
De Luca Giovanni Battista (1807 - ?)
Librettista:
Tottola Leone Andrea (ca. 1800 - 1831)
Prima rappr.:
Napoli, Teatro Nuovo: 1807
Macrogenere:
melodramma
Lingua:
italiano

Ambientazione

L'azione è nel Granatello

Personaggi

N.PersonaggioQualifica personaggio Ruolo vocale
1 Nerina romagnola, che avendo ereditato da suo zio alcuni beni nel Granatello, si conduce in quello a far l'ostessa, amante di Martino [non indicato]
2 Clarice nobile fiorentina, tradita in amore da Martino sotto il nome di Don Florenzio, nemica agli amori di Aurelio e destinata sposa di Don Palafrone, di cui da Firenze si conduce in Napoli a stringere la mano [non indicato]
3 Liviella ragazza allegra, venditrice di pesce e sorella di Martino [non indicato]
4 Martino Pungolo marinaro napolitano, uomo furbo ed intraprendente, che avendo per sorte trovato in mare un cassettino di gioie di Don Florenzio, tradisce in amore la Clarice e l'abbandona, e tornato nell'indigenza si restituisce alla Patria e ripiglia l'antico mestiere; [non indicato]
5 don Palafrone Perdilumido ricco gentiluomo napolitano, ritirato in un suo casino al Granatello, destinato sposo di Clarice ed amante di Nerina; uomo sciocco ed in presunzione di gran filosofo [non indicato]
6 Mazzacogna cugino e garzone di Nerina [non indicato]
7 Aurelio Maltinti nobile pisano, amante, non riamato di Clarice, di cui per disturbar le nozze s'introduce nella casa di Don Palafrone sotto il mentito carattere di cameriere [non indicato]

Quadri scenici

Atto unico

1.1 scena 1 - Veduta di Napoli, e del suo vicino cratere
Veduta di Napoli, e del suo vicino cratere, e propriamente quella, che si scorge dal Granatello, ove fingersi la scena. Il mare è chiuso dal molo del Granatello. Si veggono nell'arena varie barche peschereccie, e molte reti, e nasse sparse al sole. A dritta taverna di Nerina, accosto alla quale rustica casetta di Liviella, a cui si ascenda per breve e rozza scala. A sinistra nobile casino di D. Palafrone con loggiato a pian terreno, da cui si può anche calare in istrada. E' per il sorgere del sole.

1.2 scena 7 - Campagna corta
Campagna corta.

1.3 scena 10 - Gran galleria illuminata a giorno
Gran galleria illuminata a giorno. Negli angoli più tavolini co' lumi a triangolo. Orchestra preparata pe' musici, i quali occupano il loro luogo.

Rappresentazioni

DataLuogo ed EdificioTitoloGenereRappresentazione
1807 Napoli, Teatro Nuovo L' *inganno nel festino farsa per musica prima assoluta
1808 Napoli, Teatro Nuovo L' *appuntamento notturno per burla farsa per musica

Libretti

AnnoTitoloEdizioneLuogo ed Editore
1807 L' *inganno nel festinoprima edizione assoluta Napoli,
1808 L' *appuntamento notturno per burla Napoli,

Bibliografia