Opera

Abradate e Dircea

melodramma serio in 2 atti
Compositore:
Nicolini Giuseppe (29/01/1762 - 18/12/1842)
Librettista:
Romanelli Luigi (21/07/1751 - 01/03/1839)
Prima rappr.:
Milano, Teatro alla Scala: 29/01/1811
Macrogenere:
melodramma
Lingua:
italiano

Personaggi

N.PersonaggioQualifica personaggio Ruolo vocale
1 Abradate (sotto il nome di Zopiro) re della Susiana, creduto estinto in battaglia [non indicato]
2 Dircea sposa del medesimo e prigioniera di Ciro [non indicato]
3 Ciro re de' Persi e de' Medi, amante di lei [non indicato]
4 Barsene principessa persiana, aspirante alle nozze con Ciro [non indicato]
5 Arpago grande del Regno [non indicato]
6 Alete amico d'Arpago [non indicato]
7 Arsace compagno d'Abradate [non indicato]

Quadri scenici

Atto primo

1.1 scena 1 - Appartamenti reali
Appartamenti reali.

1.2 scena 5 - Luogo remoto: antiche rovine
Luogo remoto: antiche rovine: urna da un lato recentemente eretta con iscrizione.

1.3 scena 8 - Logge terrene
Logge terrene corrispondenti ai giardini reali.

1.4 scena 13 - Tempio illuminato
Tempio illuminato, con diverse simmetriche aperture per mezzo delle quali si scopre il ciel sereno sul tramontar del giorno.

Atto secondo

2.1 scena 1 - Portico interno, e gran cortile, che uniscono il palazzo reale al tempio
Notte. Portico interno, e gran cortile, che uniscono il palazzo reale al tempio. Al chiaror della luna si scoprono le acque, che procedenti dall'Oronte irrigano la città, e radono nel loro passaggio i suddetti edifizi. Poche lampadi sotto gli archi del portico somministrano abbastanza di luce per distinguere in poca distanza gli oggetti.

2.2 scena 5 - Appartamenti reali
Appartamenti reali, come nell'atto primo.

2.3 scena 7 - Atrio sufficientemente illuminato
Continua la notte. Atrio sufficientemente illuminato.

2.4 scena 10 - Loggie terrene
Loggie terrene, come nell'atto I.

2.5 scena 11 - Rare piante, casolari campestri, colline
Rare piante, casolari campestri, colline, e in maggior distanza scoscese rupi, ponti praticabili, cadute d'acqua: sparsi si veggono per ogni dove contadini, e pastori.

Rappresentazioni

DataLuogo ed EdificioTitoloGenereRappresentazione
29/01/1811 Milano, Teatro alla Scala Abradate e Dircea melodramma serio prima assoluta
29/12/1819 Genova, Teatro Sant'Agostino Abradate e Dircèa melodramma serio

Libretti

AnnoTitoloEdizioneLuogo ed Editore
[1811] Abradate e Dirceaprima edizione assoluta Milano, Società tipografica de' Classici Italiani
1820 Abradate e Dircèa Genova, Pagano

Bibliografia

  • NGOpera
    The *new Grove dictionary of opera / edited by Stanley Sadie, London, Macmillan, 1992, 4 v.